A Firenze torna il Premio Stenterello: appuntamento a Villa Vogel con Andrea Muzzi

Ancora un trittico di film nell’estate di Villa Vogel, a Firenze, ancora – dopo l’esordio del 2017 – la rassegna cinematografica Premio Stenterello, nata dall’intraprendenza e dall’amore per il mondo del cinema e dello spettacolo toscano di Andrea Muzzi,  che vive all’Isolotto, il quartiere dove ha sede il parco del bell’immobile sede della manifestazione, le origini del quale affondano addirittura nel Medioevo.

Sogni_di_gloria_carlo_monni

Apre i giochi il 23 agosto un omaggio al grande Carlo Monni, con Sogni di gloria, film in due episodi, diretto nel 2014 dal Collettivo John Snellinberg, premiato, in quello stesso anno, al Rome Independent Film Festival come miglior lungometraggio italiano e al WorldFest-Huston International Film Festival come miglior film e miglior montaggio. “Ho voluto iniziare con questo lungometraggio – dice Muzzi – perché è l’ultimo interpretato dal Monni e perché si tratta di una commedia diretta con un taglio veramente molto personale”.

caruso

Nuovo omaggio il 30 agosto, a un altro big della commedia italiana, Francesco Nuti. A trent’anni dalla sua uscita in sala, si proietta Caruso Pascoski di padre polacco (1988), una delle pellicole più divertenti e di successo dell’attore e regista pratese. “A raccontarci un po’ di aneddoti e di curiosità – spiega ancora Muzzi – sarà l’attore Antonio Petrocelli, interprete dell’avvocato buono che disquisisce con Caruso sull’abbinamento tra affettati e politica!”

pamela-villoresi-2222

La serata clou sarà infine sabato 8 settembre, quando, prima della proiezione del film Orecchie, di Alessandro Aronadio (“una commedia applaudita per dieci minuti al Festival di Venezia”, precisa Muzzi), il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni e lo stesso Andrea Muzzi consegneranno all’attrice, pure pratese, Pamela Villoresi (che in Orecchie ha il ruolo di Rosanna) il Premio Stenterello 2018. “Il premio va quest’anno a Pamela Villoresi – conclude Muzzi – non solo per le sue radici toscane, ma anche per il suo percorso artistico cinematografico, fatto di ruoli interpretati sempre con eleganza, raffinatezza e soprattutto molta intelligenza. Dopo Athina Cenci la scorsa estate, nel 2018 il nostro riconoscimento torna nella mani di una donna. Tra l’altro, le due attrici sono anche accomunate dal fatto di aver entrambe ricevuto nel 2017 il premio della Fondazione De Sica”.
Tutti e tre gli appuntamenti con il Premio Stenterello iniziano alle 21.15. Da non perdere!

1 Commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*