Da Milano un’idea virtuosa per il verde delle città

Una nota azienda di prodotti alimentari per bambini lancia a Milano il primo tassello di un progetto per dare ai bambini un futuro verde in città. 

image001Un progetto di arricchimento di un’area verde a Milano a cura di un’azienda di cibo per bambini. Il primo tassello di un importante impegno dell’azienda Mellin per l’ambiente in tutta Italia.
Oggi in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente è stata lanciata la campagna Più alberi per i nostri bimbi – in collaborazione con AzzeroCO2 un gesto concreto nei confronti dell’ambiente e della salute di tutti noi. 

Un impegno di 3 anni per la gestione di un’area di Rendering_31400 mq a sud di Milano, di fronte all’Ospedale San Paolo, che prevede un intervento di rigenerazione ambientale. Il progetto in particolare prevede la posa di 100 alberi

Il progetto è solo il primo tassello di un progetto ancora più grande a livello nazionale.
Aderendo al progetto Mosaico Verde, Mellin infatti lancia la campagna “Più alberi per i nostri bimbi,” un messaggio di vicinanza alle nuove famiglie con la creazione di spazi verdi lungo tutto il territorio italiano: piantare un albero ogni 50 nuovi nati in Italia per raggiungere 9000 alberi ogni anno per i prossimi anni.

“Con questo impegno Mellin vuole contribuire a realizzare il sogno: insieme ad una parental policy innovativa che supporta mamme e papà della nostra azienda e che è diventata un riferimento importante nel nostro Paese, Mellin si impegna a lavorare anche per un ambiente sempre più idoneo ad accogliere nuove famiglie e auspichiamo sempre più bambini. – Conclude Fabrizio Gavelli, AD Mellin – Mi auguro quindi, in un futuro non troppo lontano, di poter aumentare il numero delle piante e di vedere una nuova primavera nelle nascite. Non solo più alberi per i nostri bambini, ma più alberi per più bambini”.

Grazie per averci letto!
Se sei arrivato fino a qui hai apprezzato il nostro giornalismo. Un giornalismo libero non allineato al pensiero unico. Lo hai fatto senza pagare nulla perché siamo convinti che nel grande caos dell’informazione della rete sia difficile orientarsi. Crediamo anche che tutti i cittadini abbiano il diritto di accedere a un’informazione libera, indipendente e professione.
Purtroppo il giornalismo che cerchiamo di offrire richiede tempo e molto denaro. I professionisti che cercano le notizie e le verificano prima di darle in pasto alla rete hanno un costo. Non abbiamo ricavi dalla pubblicità e ci piacerebbe avere più collaboratori e poterli pagare per garantire sempre questo standard di informazione.
Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro facendoci una donazione. Chiedi come a majacomunicazione@gmail.com

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*