Fiesole: aiuto agli sfrattati

Ci fa davvero piacere vedere che esistono comuni che cercano di trovare soluzioni per fare in modo che i propri cittadini, in seria difficoltà economica, non si trovino anche in mezzo ad una strada.

Il Governo e anche Confindustria ( che non è d’accordo su un aumento delle pensioni minime) sembrano non aver recepito lo stato attuale del paese e le filastrocche che si sentono sono sempre le stesse.  Sui territori, invece,  si tocca con mano la situazione e i sindaci più vicini alla gente e meno legati ai partiti cercano di trovare soluzioni anche solo facendo dei tentativi. Per questo ci piace il tentativo di Anna Ravoni, sindaco di Fiesole,  di aiutare quei cittadini che sono morosi non per volontà ma per necessità.

Oggi in tanti casi o si mangia e ci si cura o si paga affitto e bollette. Sono soprattutto gli anziani a subire la crisi  ma anche persone che hanno perso il lavoro e che, nonostante ciò che dice il Governo, non si trova più. E mentre gli extracomunitari in attesa di “verifica” se ne stanno tutto il giorno con un cellulare con abbonamento pagato in mano  e si lamentano perché si annoiano, i problemi di sopravvivenza si abbattono su tanti italiani.

Fiesole: Misure straordinarie e sperimentali per prevenire gli sfratti

Il Comune di Fiesole ha pubblicato l’avviso ‘Misura straordinaria e sperimentale per la prevenzione dell’esecutività degli sfratti per morosità’ che rimarrà aperto fino al 5 dicembre 2016, termine entro il quale sarà possibile presentare domanda per ottenere un contributo, avente carattere straordinario e sperimentale, finalizzato alla prevenzione dell’esecutività dei provvedimenti di sfratto per morosità nei confronti di affittuari in temporanea difficoltà economica, determinata dalla perdita o dalla diminuzione della capacità reddituale.

L’avviso con relativo modulo di domanda è reperibile sul sito del Comune di Fiesole(www.comune.fiesole.fi.it) nella sezione Bandi – Gare – Avvisi, selezionando la dicitura In corso.

Attraverso la domanda, l’affittuario in difficoltà potrà chiedere un contributo per la prosecuzione del contratto in essere con l’attuale proprietario (che rinuncia alla convalida dello sfratto), per stipulare un nuovo contratto di locazione con il vecchio proprietario, o per stipulare un nuovo contratto di locazione con un nuovo proprietario.

I requisiti per accedere al contributo sono indicati nell’avviso.

[author] [author_image timthumb=’on’]http://www.firenzewow.it/wp-content/uploads/2016/08/Roberta.jpg[/author_image] [author_info]Roberta Capanni[/author_info] [/author]

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*