McDonald al Duomo? No, nì, ma, se …

dott-loiacono-emilio-alessio-medico-chirurgo-chirurgia-estetica-roma-cavitazione-pressoterapia-massaggio-linfodrenante-dietologo-cellulite-calorie-peso-dieta-sessuologia-psa-pene-laser1Fra le titubanze dell’assessore Bettarini della scorsa settimana e le certezze del sindaco Nardella nel consiglio comunale di oggi molte sfumature.
Quale sarà il finale per la questione McDonalds in Piazza del Duomo a Firenze?

Le incertezze di un assessore che non sapeva che pesci prendere a precisa domanda nel corso del consiglio comunale di sette giorni fa ha regalato a Firenze una settimana ad alta tensione.
McDonalds in Piazza del Duomo non poteva essere fermato secondo Bettarini e le alzate di scudi nella città dei guelfi e ghibellini non si sono fatte attendere.
Mai “scempio” è diventato così social. Gruppi con migliaia di like, petizioni on line, minacce di scendere in piazza e discussioni infinite….

Lo spazio di Universo Sport di piazza del Duomo non deve finire al colosso del fast food in nome della tutela del centro storico, delle regole Unesco, del tener lontano ciarpame e globalizzazione dall’ombra della cupola del Brunelleschi come se il negozio di sport vendesse scarpe e abiti made in Tuscany.

Oggi in consiglio comunale si è presentato il sindaco Nardella stesso che, smentendo il suo assessore ha detto che giammai McDonalds sbarcherà in piazza del Duomo grazie alla norma voluta lo scorso gennaio proprio dalla sua amministrazione.
Norma che peraltro ha indotto pochi giorni fa il ministro Franceschini a vararne una analoga che però, iter legislativo permettendo, sarà operativa dopo l’estate.

Non solo Nardella si è autoincensato ma ha sottolineato come le opposizioni deridevano quella sua norma “come se non ci fossero abbastanza troiai a Firenze”.

Particolare non passato inosservato: ha premesso il tutto mostrando, foto alla mano, di come il colosso del panino gommoso sia presente senza destare alcun scandalo in piazze e vie celebri patrimonio Unesco di città italiane quali Piazza Duomo a Milano e Canal Grande a Venezia.

Le osservazioni dopo questa buona nuova non mancano, anche in virtù della prudenza del sindaco che ha nell’ordine: messo avanti le mani facendo immaginare uno scenario possibile; dichiarato candidamente che a Firenze ci sono troiai e infine dicendo che siamo pur davanti a un’azienda che ha il suo diritto di investire e che ha alle spalle fior di studi legali pronti a sostenerla.

Chi ne sa di più l’assessore Bettarini quando afferma che non si può fermare McDonalds o il sindaco Nardella quando dice si può ma….?

Le uniche certezze è che per l’amministrazione i kebab e i minimarket sì e McDonald no.
I troiai in quanto a commercio sono una realtà a cui dobbiamo abituarci e che se gli avvocatoni americani trovano i cavilli mangeremo fast food vista Duomo come se niente fosse…

[author] [author_image timthumb=’on’]http://www.firenzewow.it/wp-content/uploads/2016/08/Nadia.jpg[/author_image] [author_info]Nadia Fondelli[/author_info] [/author]

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*