Ogni giorno creiamo muri: ne siamo consapevoli?

Ospiteremo sempre, su questo libero magazine, tutto ciò che è legato alla civilissima battaglia #molloloscivolo di Andrea Mucci.

56582237_2077344809017992_2488315837245554688_nAndrea è un giovane studente che con educazione e rispetto porta avanti una battaglia senza se e senza ma alle barriere architettoniche e all’incivilità di tanti connazionali.
Lo fa andando nelle scuole e quindi cercando di educare al civismo le giovani generazioni, lo fa parlando per la strada con le persone che incontra, dialogando con gli amministratori.
Racconta cosa vuol dire muoversi in città con abilità diverse; degli enormi ostacoli quotidiani che si può dovere affrontare anche semplicemente scendendo da casa e attraversando la strada, del diritto sancito dalla nostra Costituzione di potersi muovere ovunque in libertà.
Ma lasciamo lo spazio ad Andrea e alle sue parole.
56640050_2077344852351321_1611785614259126272_nSempre più frequentemente muoversi in Firenze è un complicato esercizio, fisico e mentale: perchè spesso si parcheggia sulle strisce pedonali ledendo il diritto alla libera circolazioni di TUTTI i cittadini?
E’ incredibile che nel tratto compreso fra Via Pietro Colletta e Via Laura, 48 (Sede dell’Università) trovi – come stamani – 9 su 10 attraversamenti pedonali con strisce zebrate ostruiti da auto!

Nella nostra città nel 2019 situazioni del genere non dovrebbero esistere ed essere tollerate o ammesse.

Se sosti sugli scivoli, sui marciapiedi in corrispondenza delle 56656224_2077344782351328_1304302793800024064_nstrisce pedonali, sui passi carrabili ostacoli la visuale e impedisci di muoversi in sicurezza a TUTTI i cittadini, e non solo a quelli più fragili: pensiamo a persone anziane, mamme con bambini in passeggino, lavoratori con carrelli merci oltre a persone con difficoltà motorie e visive.

Anche chi non ha particolari difficoltà si muove con disagio e soprattutto vede minata la sua sicurezza per la via quando il suo cammino è ostruito da mezzi parcheggiati selvaggiamente, che costituiscono ostacolo e coprono la visibilità.

A Firenze dobbiamo tutti recuperare il senso della Cittadinanza e della Comunità: il problema educativo è forse oggi il più grande che la società italiana deve risolvere: bisogna riscoprire orgoglio e soddisfazione nel rispetto delle regole, nell’attenzione all’altro, nella correttezza, consapevoli così che in fondo vivremo tutti meglio.

L’Amministrazione naturalmente darà il proprio esempio abbattendo con puntualità le barriere architettoniche esistenti, organizzando vigilanza e controlli ma anche promuovendo una forte sensibilizzazione della Cittadinanza tutta per la vivibilità dei nostri spazi, facendo comprendere come ognuno è chiamato a fare la propria essenziale parte.

“Se puoi sognarlo, puoi farlo”: io credo che sia possibile, se lo vogliamo!
Blog: Contro Ogni Barriera – Firenze accessibile www.mollaloscivolo.com
https://andy98wordpresscomblog.wordpress.com/…/ogni-giorno…/

#ControOgniBarriera #MOLLALOSCIVOLO #AccessibileFi #diritti #sicurezzastradale

Andrea Mucci  

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*