Plogging day a Firenze sabato 26 maggio

Per la prima volta in città l’attività sportiva eco-friendly che viene dalla Svezia. Nel Quartiere 2, due percorsi un unico obiettivo: seminare la bellezza per sconfiggere le cattive abitudini

Presentazione Plogging day

Nel Quartiere 2 la cittadinanza attiva si muove e scende in strada con l’intenzione di seminare bellezza e partecipazione lungo vie, piazze e giardini.

“Un’idea per fare movimento promosso da due associazioni che hanno sede nel Quartiere 2. Si tratta di una passeggiata, organizzata su due percorsi – spiega il presidente del quartiere 2 Michele Pierguidi – dove si invitano i partecipanti, dotati di guanti, a raccattare bottiglie, cartacce e tutto quello che trovano lungo il percorso per ripulire, così la città. Si fa dello sport, si socializza e si fa del bene alla comunità ripulendo le strade dai piccoli rifiuti. Sono contento che questa iniziativa sia nata nel mio quartiere e spero che si possa ripetere anche negli altri quartieri fiorentini”.

Il Plogging Day nasce dall’iniziativa spontanea delle associazioni “Run X you” e “Amico del Guinzaglio” formate da comuni cittadini che hanno a cuore il recupero dei basilari principi di educazione civica che fanno di una città un’entità decorosa e pulita, condivisa da chi la abita. “Firenze vive oggi, così come tutte le grandi città – afferma Nadia Fondelli di Run x you – una fase di degrado e decadimento culturale. I cittadini hanno perso lo slancio di amare la propria città e ad averne cura in prima persona. Non è facile giustificazione supporre che ad essa debbano pensare sempre e solo gli amministratori – prosegue – la città è di tutti e tutti devono sentire il dovere di prendersene cura”.

“Crediamo fortemente sia necessario ripartire dall’educazione civica basata sul principio dell’esempio e sulla capacità di azione della collettività unita da fini comuni – dice Lucia Paoli di Amico del guinzaglio – quello di sabato vuole essere solo un primo appuntamento pubblico per invogliare altri cittadini a fare altrettanto nei loro quartieri. Vogliamo seminare bellezza facendo del bene oltre alla nostra città al nostro corpo”.

Ma cos’è il plogging? La camminata veloce che fa bene al corpo, alla mente e all’ambiente. Esplosa in Svezia sta conquistando tutto il mondo. E’ un’attività sportiva eco-friendly che consiste nella raccolta dei rifiuti da terra mentre si corre e si cammina per i parchi e le vie della città.

Ogni “plogger” è equipaggiato da abbigliamento sportivo e scarpe tecniche, guanti monouso di lattice o giardinaggio, sacchetti in cui mettere i rifiuti.

Oltre ai benefici per l’ambiente bisogna segnalare quelli che questa nuova attività fa per il nostro corpo.

I piegamenti e allunghi per abbassarsi a prendere, bottiglie, lattine o cartacce, se svolti correttamente sono cono come i classici piegamenti e allungamenti che si fanno in palestra, ideali per tonificare gambe, glutei e quadricipiti. Secondo un report dell’App “Lifesum”, mezz’ora di plogging farebbe bruciare più calorie rispetto a mezz’ora di corsa o camminata lungo lo stesso tracciato. (s.spa.)

sabato 26 maggio, alle ore 9,00, si potrà di scegliere fra i due percorsi:

PERCORSO ROSSO
Ritrovo: Piazza Alberti davanti a Villa Arrivabene sede dei Quartiere 2

Percorso: Piazza Alberti, giardini fra Via Piacentina e Via Campofiore, lungarno Colombo (marciapiede di sinistra), attraversato il Ponte da Verrazzano proseguiremo sul lato sinistro (giardini fianco scuola Pilati) fino all’Obihall dove il gruppo si riunirà al percorso blu.

PERCORSO BLU
Ritrovo: Lungarno del Tempio angolo Ponte San Niccolò

Percorso: Lungarno del Tempio attraversando i giardini Caponnetto, si prosegue sul lato destro del marciapiede (anche sul greto del fiume), attraversato il Ponte da Verrazzano proseguiremo nei giardini di Bellariva per riunirsi al percorso rosso all’Obihall.

I due percorsi riuniti proseguiranno insieme fino a Rovezzano attraverso Lungarno De Andrè e via della Funga fino a Sant’Andrea a Rovezzano per un totale di 7 km. di camminata.

Non è previsto nessun costo di iscrizione.

Si richiede per ogni partecipante la dotazione individuale di guanto (monouso, lattice o da giardinaggio) e sacchetti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*