Sicurezza sui luoghi di lavoro: 16.241.828 euro per la realizzazione di progetti mirati

20180420175000434Con l’Avviso pubblico Isi 2017, l’Inail mette a disposizione delle imprese più di 249 milioni di euro a fondo perduto, ripartiti su base regionale, per la realizzazione di progetti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, in attuazione dell’art. 11, comma 5, del decreto legislativo 81/2008 e successive modifiche.
I fondi messi a disposizione attraverso il bando ISI 2017, per la Toscana pari a 16.241.828,00 Euro, sono suddivisi in cinque assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari e alla tipologia dei progetti che saranno realizzati:
1. progetti di investimento e per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (7.644.303,00 Euro );
2. progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (1.498.014,00Euro);
3. progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (4.586.582,00 Euro);
4. progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori del legno e della ceramica ( 701.979,00 Euro);
5. progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (1.810.950,00 Euro) a sua volta così suddiviso:
Asse 5.1: per la generalità delle imprese agricole, così come definite all’ art. 6 dell’ Avviso, (1.592.971,00 Euro);
Asse 5.2: riservato ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria, così come previsto all’ art. 6 dell’ Avviso (217.979,00 Euro) .

Per i primi quattro assi (progetti di investimento, movimentazione manuale dei carichi, bonifica amianto, micro e piccole imprese dei settori del legno e della ceramica) il contributo in conto capitale per ciascun progetto ammesso al finanziamento è pari al 65% dell’investimento, fino a un massimo di 130mila euro (fino a 50mila euro per i progetti per micro e piccole imprese). Il contributo in questi casi è cumulabile con i benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito, come quelli gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea.
Per il quinto asse, il contributo destinato alle micro e piccole imprese che operano nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli è pari, invece, al 40% dell’investimento per la generalità delle aziende e al 50% per i giovani agricoltori, fino a un massimo di 60mila euro.

Il contributo è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA e viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e alla realizzazione del progetto. Per i finanziamenti superiori a 30mila euro che non prevedono il noleggio con patto di acquisto è possibile richiedere un’anticipazione pari al 50%.
Con il nuovo bando, la platea dei destinatari degli incentivi non è più circoscritta alle imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura. Gli enti del terzo settore, anche non iscritti al registro delle imprese ma censiti negli albi e registri nazionali, regionali e delle Province autonome, possono infatti presentare i propri progetti per l’asse di finanziamento dedicato alla riduzione del rischio dovuto alla movimentazione dei carichi.

Un’altra novità del bando Isi 2017 è rappresentata dall’introduzione di un quinto asse di finanziamento dedicato alle imprese che operano in agricoltura, alle quali nel 2016 era stato dedicato un avviso pubblico specifico
Le fasi della procedura
Inserimento online della domanda e download del codice identificativo
Dal 19 aprile 2018 fino alle ore 18 del 31 maggio 2018, nella sezione “Accedi ai servizi online” del Portale Inail, le imprese potranno inserire e salvare la propria domanda, effettuare simulazioni relative al progetto da presentare e verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;
dal 7 giugno 2018 le imprese i cui progetti hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità e salvato la domanda potranno accedere alla procedura ed effettuare il download del proprio codice identificativo;
invio del codice identificativo (“click day”)
dal 7 giugno 2018 saranno pubblicati sul Portale Inail le date e gli orari di apertura dello sportello informatico per l’invio delle domande di ammissione al finanziamento, attraverso il codice identificativo. Gli elenchi in ordine cronologico di tutte domande inoltrate, con evidenza di quelle in posizione utile per accedere al finanziamento, saranno pubblicati entro 14 giorni dalla conclusione del “click day”;
invio della documentazione a completamento della domanda
entro il termine di 30 giorni, decorrente dal giorno successivo a quello di perfezionamento della formale comunicazione degli elenchi cronologici, le imprese in posizione utile per accedere al finanziamento dovranno far pervenire all’Inail la domanda telematica e gli altri documenti richiesti dal bando per la specifica tipologia di progetto.
Denunce d’infortunio e malattie professionali in Toscana:
In Toscana nel 2017 le denunce di infortunio sono state 49.083, rispetto al 2016 si registra una diminuzione pari al 1,48%; nel 2017 le denunce di malattia professionale sono state 7.782, con un incremento del 2,38% rispetto al 2016.
(Fonte- Inail open data)
Per maggiori informazioni www.inail.it

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*