Stadio di Firenze? Sì, nel 2023 e alla Mercafir

10 punti come 10 comandamenti scanditi oggi in conferenza stampa dal sindaco Dario Nardella e una data certa. A ottobre 2023 avremo il nuovo stadio della Fiorentina e sarà nell’area Mercafir.

La nuova proprietà è abituata ai tempi e modi di fare americani. “Fast, fast, fast” queste le uniche richieste del nuovo Presidente viola Rocco Comisso davanti al plasticone del nuovo stadio di Firenze che da anni giace nel parco delle illusioni fiorentine dopo aver fatto bella mostra di se addirittura a Palazzo Vecchio.

Se era rimasto solo un plasticone prima era colpa dell’ex Sindaco cazzaro, poi dei proprietari marchigiani che ogni anno spostavano una virgola sul progetto per vedere se il comune abboccava e pagava loro lo stadio.
Insomma il nuovo proprietario con quel suo modo un po’ così da italo americano e il sorriso da compagnone a briscola non è stato a farsi prendere per il naso dalle lungaggini italiane. Idee chiare e voglia di fare.

Ha preso la società a giugno e in pochi mesi ha scomodato le belle arti per valutare un possibile restyling del Franchi, ha lasciato liberare le briglie del rampante Sindaco di Campi Bisenzio che ha messo subito a disposizione il terreno, ha fatto arrovellare le meningi del sindaco Nardella su come risolvere il nodo Mercafir, ha messo la bandierina a Bagno a Ripoli per il nuovo centro sportivo, ha fatto litigare il sindaco di Firenze con quello di Campi Bisenzio fino ad oggi, 14 ottobre 2019 in cui ha “costretto” Nardella a convocare la stampa alle cinque della sera per dire chiaro e tondo quattro cose.
Lo stadio sì farà, si farà a Firenze, sarà di proprietà della Fiorentina e pronto in 48 mesi.

Aspettiamo da domani malumori e mal di pancia per alcuni baldanzosi salti in avanti senza rete e soprattutto abbiamo già inserito il count down ci vediamo ad ottobre 2023.

 

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*